Risponde di omicidio colposo l’addetto del 118 che sottovaluta la gravità del caso e invia in ritardo l’ambulanza per Cassazione n. 40036 del 27 settembre 2016.
Pubblicato in Altri diritti

Gli Ermellini della Quarta Sezione Penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 40036 del 27 settembre 2016, hanno affermato che  

È valida la donazione di cosa altrui? La parola alle Sezioni Unite.  Commento a Cass. 15 marzo 2016 n. 5068
Pubblicato in Altri diritti

È recentissima la pronuncia con la quale le Sezioni Unite della Cassazione hanno risolto il contrasto giurisprudenziale relativo alla ammissibilità di un contratto di donazione avente ad oggetto un bene altrui

Il contratto preliminare non seguito da quello definitivo non fa sorgere il possesso utile per usucapire. Riflessioni a margine della sentenza della Corte di Cassazione n. 23673 del 19 novembre 2015
Pubblicato in Altri diritti

Il contratto preliminare non seguito da quello definitivo non fa sorgere il possesso utile per usucapire. Questo è quanto stabilito dalla II sez. civ. della Corte di Cassazione.

Il Cyberbullismo: analisi di un fenomeno all’ordine del giorno tra le norme dei codici e i nuovi interventi del legislatore
Pubblicato in Altri diritti

Il frequente passaggio del nostro modo di comunicare dal reale al virtuale ha favorito, in taluni casi, l'emersione di condotte

RIFLESSIONI A MARGINE DELLA SENTENZA N. 4628 DEL 6 MARZO 2015:  LA CORTE DI CASSAZIONE A SEZIONI UNITE AMMETTE IL C.D. PRELIMINARE DI PRELIMINARE.
Pubblicato in Altri diritti

Con la recentissima sentenza n. 4628/2015, le Sezioni Unite civili della Cassazione hanno speso parole chiarificatrici in ordine all’annosa questione della validità del c.d. “preliminare di preliminare”. 

Il volto oscuro dell’autoriciclaggio: la fine di privilegi o la violazione di princìpi?
Pubblicato in Altri diritti

Incalzanti le richieste[1], spasmodica l’attesa, numerose le proposte sul tappeto[2] ed ormai davvero troppi i rinvii. Inevitabile l’epilogo, imperdibile l’occasione: nel momento in cui con la voluntary disclosure si offre al contribuente la possibilità di sanare ogni violazione risalente nel tempo il legislatore non può che affidarsi all’introduzione dell’autoriciclaggio per lanciare l’ennesimo messaggio “del bastone e della carota” in chiave puramente generalpreventiva.

RIFLESSIONI A MARGINE DELLA SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE N. 48981 DEL 25 NOVEMBRE 2014: NON INTEGRA IL REATO DI FAVOREGGIAMENTO DELLA PROSTITUZIONE LA PUBBLICAZIONE DI INSERZIONI PUBBLICITARIE A PAGAMENTO
Pubblicato in Altri diritti

Non integra il reato di favoreggiamento della prostituzione la raccolta e la pubblicazione di inserzioni di donne che si offrono per incontri sessuali a pagamento.

Semplificazione e competitività: il rilancio di un Paese attraverso il “sistema giustizia”. Convegno su “Efficienza e Giurisdizione”
Pubblicato in Altri diritti

Da più parti oramai il tema della “semplificazione” viene considerato come una bandiera, un vessillo del cambiamento per riportare l’Italia verso standard e livelli “europei”.

RIFLESSIONI A MARGINE DELLA SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE N. 43130 DEL 15 OTTOBRE 2014 IN TEMA DI MISURE CAUTELARI PERSONALI: LA PERICOLOSITA’ SOCIALE DELL’INDAGATO NON E’ ESCLUSA DALLO STATO DI INCENSURATEZZA
Pubblicato in Altri diritti

Con sentenza n. 43130 del 15 ottobre 2014, la II sezione della Corte di Cassazione ha statuito sulla compatibilità tra pericolosità sociale del reo, requisito imprescindibile per l’applicazione di misure cautelari personali, ed incensuratezza.

Tutela dei lavoratori precari della scuola: la Corte di Giustizia riapre il fronte di una battaglia mai sopita
Pubblicato in Lavoro

Dopo mesi di attesa la Corte di Giustizia Europea si è finalmente pronunciata sull’annosa questione del precariato scolastico ribaltando con decisione l’orientamento espresso dalla più recente giurisprudenza di legittimità.